Non è uno scherzo, puoi creare fatture in valuta estera con fiscolo

In questo video ti spieghiamo le fatture estere secondo fiscolo. La semplicità d’uso è sempre la stessa ma ora puoi scegliere tra diverse valute e mettere il controvalore in Euro quando ricevi il pagamento.

Per maggiori informazioni: http://www.innove.it/it/prodotti

Prova subito fiscolo e RESA

Spieghiamo il modello Intrastat

IL MODELLO INTRASTAT

Il modello Intrastat, denominato anche Elenco Intrastat, è stato introdotto dall’art. 50 del D.L. 331/1993 a seguito dell’abolizione delle barriere doganali all’interno della Comunità Europea nel 1993.

Che cos’è il Modello Intrastat?

Il Sistema Intrastat è un insieme di procedure e attività fiscali atte a consentire il monitoraggio da parte dell’Agenzia delle Dogane e dell’Agenzia delle Entrate di tutte le operazioni commerciali di scambio intrattenute tra i soggetti  intracomunitari.

Soggetti obbligati alla presentazione dei modelli Intrastat

Sono obbligati alla presentazione del modello Intrastat, tutti gli Operatori Intracomunitari che vendono e/o acquistano beni e servizi all’interno della Comunità Europea.
E’ possibile controllare la validità di una partita iva comunitaria verificando che il codice è formalmente valido ed attribuito ad un soggetto passivo d’imposta tramite il link sottostante:
http://www1.agenziaentrate.it/servizi/vies/vies.htm

I Paesi della Comunità Europea per i quali è Obbligatoria la Compilazione e Invio degli Elenchi Intrastat sono i seguenti:

  • Austria
  • Belgio
  • Germania (compr. HELGOLAND, escl. BUSINGEN)
  • Danimarca
  • Grecia
  • Spagna (compr. BALEARI, CANARIE; escl. CEUTA, MELILLA)
  • Finlandia
  • Francia (compr. MONACO E DIP.FRANCESI OLTREMARE)
  • Regno Unito (GRAN BRETAGNA, IRLANDA DEL NORD)
  • Grecia
  • Irlanda
  • Italia (Compr. LIVIGNO, escl. CAMPIONE D’ITALIA)
  • Lussemburgo
  • Croazia
  • Cipro
  • Paesi Bassi
  • Svezia
  • Repubblica Ceca
  • Estonia
  • Ungheria
  • Lituania
  • Lettonia
  • Malta (compr. GOZO E COMINO)
  • Polonia
  • Slovenia
  • Slovacchia
  • Romania
  • Bulgaria
  • Portogallo (compr. L’ARCIPELAGO DELLE AZZORRE E MADEIRA)

Quando presentare il Modello Intrastat per Cessioni di Beni e Servizi

Il modello può essere presentato mensilmente o trimestralmente.
Sono obbligati alla presentazione del Modello Intrastat mensile coloro che effettuano Cessioni di beni e servizi, se le cessioni di beni e/o servizi resi sono uguali o maggiori di 50.000€ nel trimestre di riferimento e/o in uno dei 4 trimestri precedenti.
Nel caso in cui le cessioni di beni e/o servizi resi sono inferiori a 50.000€, l’obbligo alla presentazione del modello è trimestrale.

Periodicità Intrastat per attività aperte in corso dell’anno

Per gli operatori che inizino l’attività nel corso del, la periodicità del Modello Intrastat deve essere individuata con riferimento all’ammontare delle operazioni che gli stessi operatori presumono di effettuare entro l’anno.

Scadenze Intrastat

Le scadenze per la presentazione degli elenchi Intrastat sono:

  • per gli Elenchi Mensili: entro il 25 del mese successivo a quello di riferimento (es. mensile di gennaio entro il 25 febbraio)
  • per gli Elenchi Trimestrali: entro il 25 del mese successivo al trimestre di riferimento (es. I trimestre entro il 26 aprile)

Se la scadenza cade in un giorno festivo nazionale slitta al primo giorno lavorativo successivo.


 

BLACK LIST

Soggetti obbligati:

Tutti i soggetti con partita Iva, quindi imprese, aziende, ditte individuali ecc, che intrattengono scambi commerciali di beni e servizi con Paesi a fiscalità agevolata devono obbligatoriamente Comunicare all’Agenzia delle Entrate, tutte le operazioni economiche effettuate.
Comunicazione Black List operazioni incluse:

  • Acquisto di merce da fornitore black list extra Ue con sdoganamento della merce in Ue
  • cessioni di beni
  • prestazioni di servizi effettuate e ricevute
  • prestazioni di servizi registrate o soggette a registrazione
  • Importazione per cui l’Iva non è dovuta a seguito della presentazione in Dogana della lettera di intento
  • Importazione senza Iva
  • Fattura del fornitore registrata in contabilità prima della bolletta doganale

Non vanno comunicate le operazioni Iva dei soggetti in trasferta in Paesi elencati sulla black list, le prestazioni correttamente classificate nel costo del personale secondo i principi contabili adottati dall’impresa, relative a:

  • trasporti
  • alberghiere
  • tutte le spese relative alla trasferta

Limiti soglia:

I dati delle operazioni economiche dei soggetti passivi d’Iva con Paesi della Black List devono essere comunicati all’Agenzia delle Entrate con periodicità:
Trimestrale: per i soggetti che hanno realizzato, nei 4 trimestri precedenti e per ciascuna categoria di operazioni, un ammontare totale trimestrale non superiore a 50 mila euro;
Mensile: per tutti gli altri soggetti che non rientrano nella condizione su indicata.

Viene prevista l’esclusione dall’obbligo della comunicazione per tutte le operazioni di importo inferiore a 500 euro siano esse cessione di beni e prestazione di servizi.

La comunicazione all’Agenzia delle Entrate delle operazioni con Paesi Black List deve essere effettuata per via telematica dai soggetti interessati mediante apposito modello di comunicazione entro l’ultimo giorno del mese successivo al periodo di riferimento.

Elenco paesi aggiornato 2014

I Paesi Black List sono paesi in cui vige un regime fiscale particolarmente privilegiato rispetto a quello dell’Italia come per esempio la Svizzera, San Marino, Ecuador, Taiwan, Malta ecc.
L’elenco aggiornato dei Paesi Black List 2014, viene pubblicato ogni anno in base alle disposizioni dell’Agenzia delle Entrate e dal Ministero dello Sviluppo Economico.
Per l’anno 2014 i paesi che rientrano nella black list e per i quali vige l’obbligo di comunicazione sono:

  • Alderney (Isole del Canale)
  • Andorra
  • Anguilla
  • Antille Olandesi
  • Aruba
  • Bahamas
  • Barbados
  • Barbuda
  • Belize
  • Bermuda
  • Brunei
  • Filippine
  • Gibilterra
  • Gibuti (ex Afar e Issas)Grenada
  • Guatemala
  • Guernsey (Isole del Canale)
  • Herm (Isole del Canale
  • Hong Kong
  • Isola di Man
  • Isole Cayman
  • Isole Cook
  • Isole Marshall
  • Isole Turks e Caicos
  • Isole Vergini britanniche
  • Isole Vergini statunitensi
  • Jersey (Isole del Canale)
  • Kiribati (ex Isole Gilbert)
  • Libano
  • Liberia
  • Liechtenstein
  • Lussemburgo
  • Macao
  • Maldive
  • Malesia
  • Montserrat
  • Nauru
  • Niue
  • Nuova Caledonia
  • Oman
  • Polinesia francese
  • Saint Kitts
  • Nevis
  • Salomone
  • Samoa
  • Saint Lucia
  • Saint Vincent e Grenadine
  • Sant’Elena
  • Sark (Isole del Canale)
  • Seychelles
  • Tonga
  • Tuvalu (ex Isole Ellice)
  • Vanuatu

Redatto dalla dott.ssa @VeraZanuso

 

Per gestire fatture, costi ed intrastat provate fiscolo, lo strumento che abbiamo realizzato per la contabilità e la fatturazione di piccole imprese e liberi professionisti.