Metodi di pagamento on line: quali sono i migliori?

2 minuti di lettura
Agli inizi PayPal era uno dei pochi metodi di pagamento on line disponibili ma negli ultimi anni le opzioni sono cresciute molto velocemente.
Vediamo assieme quali sono i sistemi di pagamento più importanti a disposizione per ricevere denaro in Italia.
Non citiamo i gateway proprietari dei grossi gruppi bancari perché offrono un'esperienza pessima agli utenti (e agli sviluppatori) e necessitano obbligatoriamente di un conto presso gli sportelli delle rispettive insegne.

  • Satispay
    Made in Italy, è tra i metodi di pagamento più conosciuti, in particolare nei negozi fisici; ma permette di effettuare anche acquisti online.
    PRO: fee bassa (0,5% + 0,20 €), si paga dallo smartphone senza inserire molte informazioni
    CONTRO: non è molto diffuso, il cliente per pagare usa l'app specifica e deve avere già il credito caricato
    www.satyspay.com


  • Stripe
    Un buon sistema finalmente utilizzabile anche in Italia, se ci investe Elon Musk non sarà male no?
    PRO: fee accettabile (1,4% +0,25 €), è integrabile con API quindi il vostro cliente non esce dal sito e non si accorge di usarlo, permette pagamenti ricorrenti (abbonamenti)
    CONTRO: pagamenti "solo" con carta di credito
    www.stripe.com


  • Gestpay
    Il primo e storico gateway italiano di Banca Sella.
    PRO: permette l'utilizzo di molti sistemi diversi (PayPal, Apple Pay, etc) tramite la stessa piattaforma, pagamenti ricorrenti (abbonamenti), integrabile con API
    CONTRO: fee alte (da 3% + 0,35 €), costo di attivazione, interfaccia di amministrazione datata
    www.gestpay.it


  • PayPal
    Rimane in ogni caso uno dei metodi di pagamento più utilizzati ed è una garanzia di sicurezza per i clienti.
    PRO: conosciuto, sicuro, permette pagamenti ricorrenti (abbonamenti)
    CONTRO: le fee di base sono le più elevate (3,4% + 0,35 €), si deve uscire dal sito o aprire una finestra esterna per completare l'operazione
    www.paypal.com



La scelta del metodo di pagamento va compiuta in base al servizio/bene da vendere, quindi tenendo in mente che è meglio mettere a disposizione degli utenti almeno un metodo di pagamento alternativo alla carta di credito: quindi nulla vieta di avere più gateway attivi.

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per informazioni maggiori leggi la privacy policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.