PMI e software su misura: pro e contro dei progetti in outsourcing

4 minuti di lettura
PMI e software su misura: pro e contro dei progetti in outsourcing
Cosa significa outsourcing?

L’outsourcing consiste nel delegare alcuni prodotti, servizi o settori di un’azienda a una o più società esterne o fornitori.
Che si tratti di sviluppare un prodotto, seguire la vendita o il marketing, queste figure devono essere dei professionisti specializzati nella fornitura o nella consulenza di tali servizi.

Perché scegliere l’outsourcing?

Sono vari i motivi che spingono una PMI ad esternalizzare un’attività e spesso diventa un passo obbligato in quanto è difficile poter gestire tutto internamente. La realizzazione di un software su misura, un’applicazione web o un’app per smartphone, è un’attività spesso indispensabile ma difficile da internalizzare.

PMI e software su misura: pro e contro dei progetti in outsourcing


 

Quali sono vantaggi e svantaggi di un software su misura in outsourcing?

PRO

  • Concentrarsi sulle attività rilevanti per il proprio business, evitando di investire in attività secondarie.

  • Ridurre i costi in quanto l’impresa si affida ad un fornitore nel settore che viene esternalizzato. Lo sviluppo di software su misura richiede molto spesso figure altamente professionali e specializzate, difficili da trovare e con costi al di sopra della media.

  • Convertire i costi fissi in costi variabili: il personale, le attrezzature e la formazione sono a carico del fornitore.

  • Ottimizzare il tempo che il personale interno dedica pienamente alla propria attività.

  • Aumento della qualità dell’output, se il fornitore esterno assicura una qualità elevata.

  • Riduzione del “time-to-market”: l’azienda non deve formare persone interne o assumerne di nuove. Si forniscono le specifiche al fornitore e si inizia il progetto.

  • Cogliere più facilmente nuove opportunità e nuove tecnologie conosciute ed usate dai fornitori


CONTRO

  • Essere fortemente legati al fornitore e far fatica a trovare alternative.

  • Rischiare di subire comportamenti non corretti: se l’azienda diventa troppo dipendente dal fornitore, quest’ultimo potrebbe approfittarne o tenere comportamenti non corretti.

  • Controllare con difficoltà la qualità del servizio offerto dal fornitore: serve un metodo per misurare le prestazioni e l’azienda dovrebbe avere una figura interna con le competenze necessarie per interfacciarsi.

  • Perdere conoscenza specifica di un settore o know-how.

  • Reperire con difficoltà il giusto fornitore.


 

Quando scegliere l’outsourcing di un software su misura?

Delegare esternamente è vantaggioso quando l’azienda vuole intraprendere una nuova strada e non ha internamente le figure adatte oppure il costo/tempo per formare queste nuove competenze è troppo alto.
Se il progetto cresce e varia nel tempo, l’azienda dev’essere consapevole che si lega al fornitore e che sostituirlo può non essere semplice.
Un’alternativa potrebbe essere quella di farsi affiancare, per un periodo di tempo, da un fornitore esterno per formare internamente le persone e i processi.
La scelta è dettata comunque dal tipo e dall’importanza dell’attività che si vuole esternalizzare. Creare competenze interne su attività secondarie totalmente nuove per il proprio settore può essere una forzatura per il proprio business.
Pensiamo ad un’azienda che produce e commercializza un prodotto e vuole poter monitorare e gestire le fasi di produzione su cloud. Ha senso assumere personale con competenze totalmente differenti o formarle internamente?

Come Innove gestisce l’outsourcing

Che si parli di software su misura, soluzioni web, e-commerce o app, il cliente deve potersi fidare: per questo, su progetti più complessi, realizziamo internamente i prototipi delle parti più complesse - come integrazioni o connessioni con dispositivi esterni - in modo da dimostrare al cliente che Innove ha la capacità di risolvere il problema.
Avere un rapporto sereno e continuativo per un fornitore esterno è prioritario per lavorare bene, accompagnare il committente e crescere assieme.
Per il cliente è invece importante avere le idee chiare su quello che si desidera ottenere e definire attentamente requisiti e aspettative. La scelta del fornitore giusto risulta quindi fondamentale.


Dalla stessa categoria

Convegno Rapporto Assinform 2010

...

4 minuti di lettura
Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per informazioni maggiori leggi la privacy policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.